Posts etiquetados ‘Dichiarazioni’

DANI PEDROSA (1º – Repsol Honda):Dopo la gara di Marquez ho pensato che avrei dovuto fare qualcosa di simile! Scherzi a parte, sono molto contento di questa vittoria. Alla partenza è stato molto difficile prendere la decisione delle gomme. In griglia ho visto che Jorge montava le slick, ma io ero abbastanza convinto della mia decisione e considerato che l’asfalto si andava asciugando rapidamente non sapevo se sarebbe stato meglio rinunciare alla pole e partire dalla pit lane, oppure prendere il via con le rain e rientrare al box dopo 4 o 5 giri. All’ultima curva del giro di allineamento l’istinto mi ha detto di rientrare al box per cambiare moto ed ho preso la partenza dalla pit lane. Sono riuscito a girare veloce sin dall’inizio, ho ripreso Jorge e poi ho commesso un errore che mi è costato 3 secondi, ma al giro dopo ha sbagliato Lorenzo ed è caduto. Da quel momento la corsa ha cambiato faccia, è stata dura mantenere la concentrazione con quelle condizioni e con un bel vantaggio da amministrare. Mi sono detto di affrontare la seconda metà della corsa come una normale sessione di prove, curva dopo curva, pensando alle traiettorie, un giro dopo l’altro. E’ stato bellissimo chiudere la stagione con questa vittoria e desidero ringraziare tutti nel Repsol Honda Team“. Leggere tutto il post…

Anuncios

CASEY STONER (1º – 1’29″623 / Repsol Honda): “E’ stato un crescendo in queste ultime gare ed è bello essere in pole nel gran premio di casa. La moto ha funzionato bene sin da venerdì e anch’io ho ritrovato un buon feeling. Questo pomeriggio non è stato facile, sono uscito con la gomma dura e non avevo ancora completato un giro, quando la moto mi ha sbalzato alla curva Honda. Nella caduta ho cercato di proteggere la gamba, che fortunatamente non ha preso colpi. Sono atterrato sull’anca sinistra, che adesso è indolenzita, ma domani spero di non aver problemi. La moto ha lavorato bene e abbiamo un buon passo gara, avrei voluto fare qualche altro piccolo cambiamento, ma abbiamo perso tempo a seguito della caduta. Desidero ringraziare tutti i fans che sono venuti qui nonostante il tempo. Domani spero di trasformare questa pole in vittoria”. Leggere tutto il post…

DANI PEDROSA (1º – Repsol Honda): “Sono veramente contento, questa vittoria segna un traguardo importante perché è la prima in assoluto sul bagnato. Voglio ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutato ad arrivare sin qui, perché correre sul bagnato è stato a lungo un mio punto debole, ma mi hanno sempre sostenuto. Jorge ha imposto sin da subito un passo molto elevato, ma sono rimasto calmo e sono riuscito a stare con lui. Sapevo che montava una gomma morbida posteriore e che sarebbe stato in grado di girare forte sin dall’inizio. Giro dopo giro il feeling è migliorato, ho iniziato a spingere e a metà gara ho superato Lorenzo. Ho costruito un bel margine, ma dopo qualche giro la pioggia è iniziata a cadere violentemente ed era difficile restare in sella alla moto. Sono stato fortunato a vincere questa gara e Jorge a chiudere secondo perché ha rischiato grosso di cadere. Sono contento del risultato e soprattutto di dedicare questo successo a Ginés, un amico e membro del Team Repsol Honda, che ci ha lasciato ieri. Questa vittoria è per te!” Leggere tutto il post…

DANI PEDROSA (1º – Repsol Honda): “Siamo stati fortunati ad avere almeno il primo turno di libere sull’asciutto per iniziare la messa a punto della moto, perché, come abbiamo visto nei giorni scorsi, è facile avere degli acquazzoni durante la giornata. Questa mattina la pista era un po’ sporca e non c’era molto grip, ma abbiamo potuto girare abbastanza veloci e sono sicuro che le condizioni miglioreranno durante il fine settimana. Nelle FP1 avevo molte vibrazioni dietro, credo per un problema di bilanciamento della ruota. Al pomeriggio sono uscito per un giro di ricognizione, ma la pista era completamente bagnata fino alla curva 4, mentre la restante parte era asciutta, così abbiamo deciso di restare ai box e rimandare a domani il lavoro sulla moto, per prepararci al meglio per le qualifiche e la gara”.

CASEY STONER (2º – Repsol Honda): “Rispetto al Giappone mi sento molto più comodo, non so se è perché è la seconda volta che torno in moto dopo la pausa forzata o perché Sepang è una pista meno impegnativa per il fisico e posso fare minor sforzo sulla gamba destra. Ci sono molte curve a destra, ma sono più scorrevoli e faccio meno fatica a tirare su la moto. Ho un miglior feeling e i tempi vengono più facilmente. Abbiamo ancora del lavoro da fare e siamo lontani da quello che potrebbe essere il passo gara, ma la prima sessione è andata molto bene e spero di continuare così per tutto il weekend”. Leggere tutto il post…

DANI PEDROSA (1º – Repsol Honda): “E’ stato un giorno di prove perfetto. Le buone condizioni della pista, la calda temperatura e anche il nuovo asfalto ci hanno aiuto a svolgere tutto il lavoro che avevamo in programma per oggi. La nostra priorità era testare le gomme e siamo stati veloci sia con le dure che con le morbide. Il nuovo asfalto ha un buon grip, così i tempi sono stati buoni sin da subito. Abbiamo iniziato a lavorare anche a livello di sospensioni e mappature, continueremo domani per migliorare ancora un po’”.

JORGE LORENZO (2º – Yamaha Factory Racing): “Abbiamo cominciato subito nel verso giusto, molto meglio che ad Aragón dove abbiamo avuto problemi di prestazioni con la gomma posteriore. Oggi il ritmo era buono e con una piccola modifica fatta nell’elettronica siamo riusciti anche ad essere più veloci. Abbiamo provato la mescola dura ma nonostante i risultati incoraggianti, personalmente preferisco la gomma morbida. Infatti per domani credo che la scelta ricadrà proprio su quest’ultimo tipo di mescola. Le Honda vanno davvero forte qui, ma le M1 non sono certo da meno, quindi sono convinto che potremo giocarcela per la vittoria”. Leggere tutto il post…

JORGE LORENZO (Yamaha Factory Racing): “Iniziamo il tour asiatico come leader del Campionato e con una buona forma fisica dopo la bella gara di Aragón. Sicuramente non sarà un compito facile quello che ci spetta, vista la competitività dei nostri avversari, ma dovremo comunque giocare le nostre carte nella maniera migliore possibile. Motegi è una pista che mi piace, qui ho vinto nel 2009 e sono convinto che potremo lottare ancora una volta per il primo posto questo fine settimana”.

BEN SPIES (Yamaha Factory Racing): “Non vedo l’ora che arrivi il fine settimana. Lo scorso anno siamo stati sfortunati, visto quanto successo con la caduta di Valentino Rossi durante il primo giro. Il ritmo mantenuto in quel weekend è stato comunque buono, e se a questo aggiungiamo i buoni risultati raccolti in queste ultime uscite, arriviamo in Giappone con la speranza di regalare a Yamaha un buon risultato nella gara casalinga”. Leggere tutto il post…

DANI PEDROSA (1º – Repsol Honda): “È stato un fine settimana duro, specialmente dopo tutti i problem dell’ultima gara. Questo fine settimana sono caduto e ho rotto una moto, quindi non è stato semplice per i miei meccanici, ma in gara sono rimasto calmo e ho potuto concentrarmi. Ho iniziato bene e ho potuto mantenere il mio ritmo. Ho cercato di mantenere il mio ritmo e ho fatto qualche buon giro. Ho aperto un buon gap e la moto ha lavorato bene. Mi sentivo a mio agio soprattutto in curva. Grazie ai miei meccanici, ai miei fan e alla mia famiglia, questa vittoria è per loro”.

JORGE LORENZO (2º – Yamaha Factory Racing): “Volevo seguire Dani. Volevo spingere al massimo nelle prime fasi per stare con lui e andare via. La sua moto aveva un ritmo fantastico e non potevo prenderlo. Adesso è tempo di migliorare un po’ la moto, ma la via verso il campionato è spianata”. Leggere tutto il post…