GP SEPANG (1º GIORNO): DICHIARAZIONI DEI PILOTI DI MOTOGP

Publicado: 19 octubre, 2012 en Motomondiale (italiano)
Etiquetas:, , ,

DANI PEDROSA (1º – Repsol Honda): “Siamo stati fortunati ad avere almeno il primo turno di libere sull’asciutto per iniziare la messa a punto della moto, perché, come abbiamo visto nei giorni scorsi, è facile avere degli acquazzoni durante la giornata. Questa mattina la pista era un po’ sporca e non c’era molto grip, ma abbiamo potuto girare abbastanza veloci e sono sicuro che le condizioni miglioreranno durante il fine settimana. Nelle FP1 avevo molte vibrazioni dietro, credo per un problema di bilanciamento della ruota. Al pomeriggio sono uscito per un giro di ricognizione, ma la pista era completamente bagnata fino alla curva 4, mentre la restante parte era asciutta, così abbiamo deciso di restare ai box e rimandare a domani il lavoro sulla moto, per prepararci al meglio per le qualifiche e la gara”.

CASEY STONER (2º – Repsol Honda): “Rispetto al Giappone mi sento molto più comodo, non so se è perché è la seconda volta che torno in moto dopo la pausa forzata o perché Sepang è una pista meno impegnativa per il fisico e posso fare minor sforzo sulla gamba destra. Ci sono molte curve a destra, ma sono più scorrevoli e faccio meno fatica a tirare su la moto. Ho un miglior feeling e i tempi vengono più facilmente. Abbiamo ancora del lavoro da fare e siamo lontani da quello che potrebbe essere il passo gara, ma la prima sessione è andata molto bene e spero di continuare così per tutto il weekend”.

JORGE LORENZO (3º – Yamaha Factory Racing): “Questa mattina è andata bene. Fin dall’inizio della sessione siamo stati là davanti con buoni tempi ed un passo competitivo tanto quanto le Honda di Pedrosa e Stoner. Più o meno siamo sullo stesso livello, inoltre qui a Sepang Casey sembra andar decisamente meglio rispetto a Motegi. Purtroppo questo pomeriggio per le condizioni climatiche non siamo potuti scender in pista, è un vero peccato perchè abbiamo la necessità di migliorare le reazioni della moto soprattutto in fase di accelerazione: in uscita dalle curve è un pò nervosa, dobbiamo cercare di addolcire meglio l’erogazione. Su questo lavoreremo domani sperando in un netto miglioramento delle condizioni climatiche perchè, purtroppo, non aveva senso girare oggi pomeriggio”.

ANDREA DOVIZIOSO (4º – Monster Yamaha Tech 3): “Questa mattina la pista non era nelle migliori condizioni: molto scivolosa, ma tutto sommato sono riuscito a spiccare un buon quarto tempo. A fine turno forse sarei riuscito ad esser più veloce nonostante tanti giri con lo stesso set di pneumatici, questo è un buon segno in previsione del prosieguo del weekend. Nel pomeriggio avevo in mente di provare diverse modifiche alla messa a punto della moto, ma la pioggia non ci ha lasciato questa opportunità. La pista era nelle ormai abituali condizioni “mezzo e mezzo” asciutto-bagnato: non aveva senso girare e prendersi rischi inutili, così sono rimasto fermo ai box. Speriamo in condizioni climatiche favorevoli per domani al fine di provare le modifiche avevamo studiato per migliorare il rendimento della moto e avvicinare ancora di più i primi”.

STEFAN BRADL (7º – LCR Honda): “Questa mattina il primo turno non è stato facile con l’asfalto sporco e poco grip. Abbiamo faticato e sono emersi alcuni problemi di chattering che eravamo intenzionati a migliorare nel pomeriggio. Poi il meteo ci ha giocato un brutto scherzo; prima pioggia torrenziale e poi sole con la pista mezza bagnata e mezza asciutta. In quelle condizioni era impossibile procedere con la messa a punto della moto e quindi speriamo di fare le modifiche domani tempo permettendo”.

NICKY HAYDEN (8º – Ducati Team): “Quando siamo venuti qui quest’inverno ero reduce da un infortunio e quei test per me non sono stati molto significativi. E’ difficile fare dei paragoni rispetto ad allora. Al momento comunque stiamo lavorando per aumentare il “grip” in piega e qualche miglioramento lo abbiamo ottenuto, dato che oggi ho girato due secondi più veloce rispetto al mio stesso tempo nelle FP1 del 2011. Ho montato anche il nuovo forcellone che sicuramente offre un feeling posteriore migliore. Il turno del pomeriggio è stato molto strano perché come spesso accade nei tracciati lunghi, una parte era completamente asciutta e una bagnata. Ho fatto due giri, giusto per verificare la moto sul bagnato nel caso domenica dovesse piovere. In ogni caso oggi le mi sono sentito decisamente più a mio agio che a Motegi sia per quanto riguarda il polso sia per quanto riguarda la moto quindi speriamo che le cose in generale vadano meglio”.

ÁLVARO BAUTISTA (9º – San Carlo Honda Gresini): “Purtroppo siamo riusciti a lavorare soltanto mezza giornata. Sull’asciutto avevamo constatato di avere poca trazione ed eravamo in difficoltà nella percorrenza in curva ed in accelerazione in uscita. Nel pomeriggio in pratica non siamo riusciti a provare e quindi abbiamo rimandato tutto a domani. Siamo comunque fiduciosi perché penso e credo che il problema da affrontare sia abbastanza chiaro e siamo convinti di avere le soluzioni giuste per risolverlo”.

VALENTINO ROSSI (11º – Ducati Team): “Nelle ultime gare siamo stati un po’ sfortunati con il tempo: oggi pomeriggio è piovuto proprio prima del turno e questo in pratica ci ha impedito di lavorare. Peccato, avevamo due o tre cose da provare per il bilanciamento della moto perché questa mattina siamo andati piuttosto piano: avevamo continuato a lavorare su alcune modifiche che avevamo usato a Motegi e che lì ci avevano aiutato ad avere un po’ più di “grip” in accelerazione. Qui invece non si sono rivelate altrettanto efficaci perché provocano molto sottosterzo. Oggi pomeriggio era importante poter lavorare perché volevamo tornare ad un set-up più standard, tipo Aragon e Misano. Ho provato a girare un po’, cercando di capire il più possibile, ma è difficile in queste condizioni. Non c’è niente da fare, bisognerà aspettare domani”.

COLIN EDWARDS (15º – NGM Mobile Forward Racing): “Abbiamo provato qui all’inizio dell’anno un paio di volte, la moto è diversa ora, soprattutto a livello di elettronica. In mattinata ho dovuto capire se ci trovavamo nella stessa condizione, ovviamente il setting era un po’ più rigido ma lavoreremo su questo fattore per rendere la moto più morbida. Con la pioggia del pomeriggio non abbiamo potuto fare granché”.

MICHELE PIRRO (16º – San Carlo Honda Gresini): “Peccato per il pomeriggio perché non siamo riusciti a lavorare come ci eravamo proposti di fare. Per la nostra moto è un’altra pista nuova ed è importantissmo aver il tempo da dedicare per fare una adeguata messa a punto. Il secondo tempo del pomeriggio con pista mezza bagnata e mezza asciutta è una parziale soddisfazione ma naturalmente è poco indicativo. Speriamo nel bel tempo per domani affinchè si riesca a lavorare senza interruzioni per entrambi i turni”.

ROBERTO ROLFO (18º – Speed Master): “Sono abbastanza contento di come sono andati i due turni di oggi. Siamo riusciti a migliorare la performance sulla distanza, quando questa mattina con pista asciutta abbiamo deciso di lavorare in maniera diversa rispetto al GP del Giappone. Ora che conosco meglio la moto, abbiamo orientato il lavoro sul ritmo in gara, per essere costanti ed evitare di faticare verso metà gara. La situazione è positiva, perché mi trovo meglio sulla moto di volta in volta. Per noi è stato molto utile anche il turno del pomeriggio, con il tracciato umido in vari punti, così siamo riusciti a capire le reazioni dell ART in queste condizioni. Abbiamo montato la gomma slick al momento giusto, quindi è stato una sessione buona. Questo ci verrà utile per poter essere pronti per domenica e continuare a progredire”.

DANILO PETRUCCI (21º – CAME Iodaracing): “Questa mattina abbiamo provato diverse regolazioni ottenendo delle indicazioni interessanti, poi purtroppo nel pomeriggio ha piovuto ed era inutile scendere in pista con quelle condizioni. Domani cercheremo di sfruttare al meglio il tempo a disposizione per essere a posto per la gara”.

Cordialmente,                                                                                                                                                                                                            Eduard Ballús

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s