GP ARAGON (1º GIORNO): DICHIARAZIONI DEI PILOTI DELLA MOTOGP

Publicado: 28 septiembre, 2012 en Motomondiale (italiano)
Etiquetas:, , ,

BEN SPIES (1º – Yamaha Factory Racing): “Avevamo bisogno di una giornata così! Finora è andato tutto per il meglio, non ci sono stati problemi e mi sono trovato bene con la moto in condizioni di asfalto bagnato. Qui la moto va bene e siamo stati in grado di trovar subito una buona messa a punto e diversi spunti per l’elettronica. Per ora tutto è andato bene, siamo veloci, pertanto non ci resta che aspettare domani e capire quali saranno le evoluzioni del meteo”.

DANI PEDROSA (2º – Repsol Honda): “È stato importante poter provare questo pomeriggio con la pista completamente bagnata per lavorare sulla moto ed ho riscontrato un buon feeling. Poco a poco ho preso il ritmo, anche se non c’era molto grip posteriore e dobbiamo aggiustare ancora un po’ il setting per migliorare in alcune curve. Secondo le previsioni dovrebbe essere brutto tempo anche domani, così sarà importante sfruttare bene le libere della mattina per preparaci al meglio per le qualifiche”.

JORGE LORENZO (3º – Yamaha Factory Racing): “Questa mattina abbiamo preferito non girare per risparmiare un pò il motore. Questo pomeriggio invece, in condizioni di bagnato al 100 %, siamo usciti dai box per verificare un pò il nostro livello di competitività. Le sensazioni sono buone anche se la pista era molto scivolosa. Ho girato il più possibile, ho percorso tanti giri senza forzare o andare in cerca del giro veloce. Oggi Ben e Dani sono andati forte, ma per noi la cosa più importante è l’aver trovato già subito un buon passo su pista bagnata, considerato che per domani è prevista sempre pioggia”.

NICKY HAYDEN (4º – Ducati):”Pioggia anche oggi, ma il meteo è qualcosa che devi prendere come capita. Questa mattina abbiamo fatto qualche giro, giusto per capire un paio di cose, ma poi con l’asfalto che andava asciugandosi, ci siamo fermati. Nel pomeriggio con la pista completamente bagnata ho girato circa dieci secondi più piano del mio passo sull’asciutto, non male su una pista così lunga. L’asfalto in sé offre una buona aderenza ma a noi manca un po’ di “grip” posteriore in entrata di curva e nella prima fase di apertura del gas. E’ su questo che dovremo lavorare. Ho usato il telaio nuovo ma così è davvero difficile dare un giudizio. Per domani è prevista ancora pioggia quindi è possibile che si debba gestire il consumo delle “rain”, elevato su questa pista, perché è importante averne abbastanza per le qualifiche”.

ANDREA DOVIZIOSO (5º – Monster Yamaha Tech 3): “Sono davvero soddisfatto della messa a punto trovata. Non ci sono sostanziali problemi da risolvere, anche se non sarebbe male migliorare un pò la trazione al posteriore. Ho spinto, cercando anche di forzare, nel finale della sessione e la moto ha reagito bene, come volevo: per questo sono fiducioso e convinto che ci sia del margine di miglioramento. E’ venerdì, ma siamo già vicino alla prima posizione pur non disputando il turno di prove della mattinata. Mi auguro soltanto per il prosieguo del weekend di poter provare almeno per un turno su asfalto asciutto, visto che probabilmente la gara si disputerà con queste condizioni”.

STEFAN BRADL (6º – LCR Honda): “Questa seconda sessione di prove non è andata affatto male. Sin dall’inizio ho sentito che la moto andava bene sul bagnato ed era tutto sotto controllo. Abbiamo provato a migliorare un pochino il feeling con l’anteriore perché facevo un po’ fatica nelle curve in discesa e poi abbiamo modificato anche le sospensioni con un ottimo riscontro. Quando la superficie ha iniziato ad asciugarsi pian piano ho sentito troppa pressione nelle gomme ma alla fine credo che siamo in ottima forma e ben preparati per un’altra giornata di prove sotto la pioggia”.

VALENTINO ROSSI (8º – Ducati Team): “Abbiamo avuto un problema al cambio sulla moto con cui stavo girando e ho perso un po’ di tempo ai box. Abbiamo dovuto preparare in fretta la seconda e poi ho girato solo con quella. Peccato perché con queste condizioni le gomme entrano bene in temperatura solo dopo qualche giro e quindi, quando sono riuscito a ripartire, non ho fatto in tempo a spingere forte. Il nostro potenziale è sicuramente migliore, possiamo essere più competitivi, e ci proveremo domani nelle qualifiche che, secondo le previsioni, dovrebbe essere bagnate come oggi. Cercheremo di ottenere una buona posizione di partenza e poi per domenica vedremo, perché pare che invece per la gara sarà asciutto”.

ALVARO BAUTISTA (10° – San Carlo Honda Gresini): “Un’altra giornata bagnata! Questa mattina non siamo scesi in pista perché le condizioni erano talmente ibride con il tracciato mezzo bagnato e mezzo asciutto che qualsiasi giro sarebbe stato inutile e sarebbe servito a poco. Nel pomeriggio invece l’intensità della pioggia è cresciuta e con il tracciato completamente bagnato è stato positivo girare. Avevamo due setting da provare ed abbiamo fatto due uscite. Nel corso della prima ho cercato di prendere il ritmo mentre nella seconda uscita ho cercato di acquisire fiducia sul bagnato ma non abbiamo trovato niente di positivo anzi abbiamo perso la confidenza sull’anteriore. Domani è prevista ancora pioggia e quindi ci concentreremo sulla messa a punto delle sospensioni perché mi mancava anche un po’ di trazione sulla ruota dietro”.

JONATHAN REA (11º – Repsol Honda): “È stato abbastanza frustrante perché mi sembra di aver perso un altro giorno, come era già successo a Misano. Al pomeriggio ho potuto provare per la prima volta la moto in condizioni di bagnato, ed ho cercato di capire come funzionano le Bridgestone in queste condizioni. Ho imparato che, anche quando perdono trazione puoi comunque “giocare” un po’ con il gas, cercando più grip. Forse sono stato troppo prudente, sento di dover spingere di più e avere più fiducia quando la moto si muove molto. Non sono troppo soddisfatto di come ho guidato questo pomeriggio perché negli ultimi giri, quando stavo facendo il mio miglior tempo, ho commesso degli errori perché acute; non sentivo la gomma anteriore troppo stabile. Sono contento di aver avuto la possibilità di girare qui qualche settimana fa e di aver completato oltre centro giri, perché dovremmo avere una buona base in condizioni di pista asciutta, mentre sul bagnato non mi sento ancora al 100%. Vediamo cosa ci riserverà il meteo domani”.

MATTIA PASINI (15° – Speed Master): “Sono abbastanza contento per come sono andate le cose nel turno pomeridiano. I giri che abbiamo fatto sul bagnato non sono molti, ma la moto andava bene. Se il clima non dovesse cambiare, abbiamo già individuato alcune modifiche che potremmo provare per cercare di migliorare un po’. Spero ci sia modo di fare qualche giro sul tracciato asciutto domani, in modo tale da avere dei dati utili in caso di bel tempo alla domenica”.

MICHELE PIRRO (17° – San Carlo Honda Gresini): “Purtroppo il primo turno è stato completamente vanificato dalle condizioni ibride dell’asfalto mentre nella seconda sessione con la pioggia siamo riusciti a lavorare. Purtroppo con questa moto faccio veramente fatica a trovare il feeling con il bagnato e quindi era molto importante girare anche perché per domani è prevista ancora pioggia. Fortunatamente abbiamo capito dove poter intervenire e speriamo di riuscire ad avere domani a disposizione una moto che mi consenta di spingere di più e ad avvicinarmi alle migliori CRT”.

HECTOR BARBERA (18º – Pramac Racing): “Non è facile dopo una sosta così lunga ritrovare il feeling giusto in breve tempo. Se poi considero che la pista era davvero scivolosa, posso dire che oggi non è stato facile. Mettiamoci anche il fatto che, dopo la sosta di due mesi, ho fatto poco più di dodici giri a Misano, e oggi ho cercato soprattutto di non fare errori. Ho preso pochi rischi, ma con la squadra ho cercato di trovare soluzioni per guidare meglio domani in qualifica”.

DANILO PETRUCCI (19º – CAME Iodaracing): “Il vero problema che abbiamo è che non riusciamo a girare sull’asciutto con un solo turno a Misano è difficile sviluppare la nuova IODA-SUTER. Oggi siamo andati abbastanza bene, siamo stati veloci e competitivi per quasi tutte le prove, purtroppo negli ultimi minuti abbiamo avuto un problema al freno motore che mi ha impedito di migliorare la posizione in classifica”.

COLIN EDWARDS (21º – NGM Mobile Forward Racing): “Questa mattina abbiamo potuto fare solo qualche giro, uno shake down e un paio di tornate per renderci subito conto che avevamo un problema che dovremo risolvere questa notte. Questo pomeriggio ho lavorato soprattutto sull’elettronica. Dobbiamo trovare il modo di configurare alla perfezione tutto il pacchetto della nuova elettronica, deve tornare ai livelli del GP del Sachsenring. Stiamo andando nella giusta direzione, mi sento bene in pista, le gomme lavorano bene e il bilanciamento della moto è quasi a posto. Dobbiamo solo concentrarci sull’elettronica e tutto andrà bene”.

Cordialmente,                                                                                                                                                                                                            Eduard Ballús

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s