GP OLANDA (1º GIORNO): DICHIARAZIONI DEI PILOTI DELLA MOTOGP

Publicado: 29 junio, 2012 en Motomondiale (italiano)
Etiquetas:, , ,

BEN SPIES (1º – Yamaha Factory Racing): “Oggi è stata una buona giornata, sia questa mattina che questo pomeriggio. Nella seconda sessione abbiamo fatto praticamente una simulazione di gara in caso di pioggia domani per essere pronti per Sabato. Abbiamo avuto buoni tempi e infine abbiamo provato le gomme morbide riuscendo a fare alcuni giri veloci. La moto va bene, faremo solo qualche cambio minimo per migliorarla per domani e sabato”.

CAL CRUTCHLOW (2º – Monster Yamaha Tech 3): “Sono felice di aver fatto il secondo miglior tempo considerando che la mia condizione fisica non è ancora la migliore dopo l’incidente di Silverstone. Questa mattina non ero al 100%, anche se ho potuto fare un po’ di ciclismo a casa, non mi sentivo benissimo. La caviglia faceva male e ho avuto bisogno di molto tempo per entrare in ritmo. Tutto sommato sono molto contento di essere secondo, perché il dolore c’è. Sono sicuro che più tempo passo sulla moto più le cose miglioreranno. Nel pomeriggio è andata bene: ho provato le gomme dure e morbide sul posteriore e ho avuto un buon feeling con entrambe. L’obiettivo per questo fine settimana è quello di rimanere tra i primi 6”.

NICKY HAYDEN (3º – Ducati Team): “Assen è una pista che amo. Questa mattina abbiamo usato le stesse gomme per tutta la sessione e siamo riusciti a migliorare anche nel finale. Questo pomeriggio con la gomma abbiamo avuto qualche problema perdendo il feeling. È un grosso problema per me ma ci lavoreremo su, soprattutto cercando più ritmo di gara. Domani non sarà facile, ma dovremo qualificarci bene e il ritmo di gara sarà fondamentale”.

ALVARO BAUTISTA (4º – San Carlo Honda Gresini): “La prima giornata è stata molto positiva perché per me era molto importante girare su questa pista con questa moto perché il ricordo che ho della Motogp su questo tracciato non è fantastico. Questa mattina era per me come girare su una pista completamente nuova, ho provato una soluzione di setting che non ho gradito particolarmente e così nel pomeriggio siamo tornati indietro provando anche le gomme dure per fare una comparazione con le morbide utilizzate in mattinata. La differenza non è percettibile. Abbiamo poi cercato di migliorare il problema che ho in uscita di curva con la moto che si muove un po’ e diciamo che in parte ci siamo riusciti guadagnando in agilità. Dovremo ancora lavorare ma sono contento per la giornata di oggi”.

JORGE LORENZO (5º – Yamaha factory Racing): “La sensazione è piuttosto buona con la moto, abbiamo iniziato in modo positivo questa mattina e siamo stati i più veloci. Nel pomeriggio siamo andati bene per la maggior parte della sessione, ma verso la fine i piloti che sono passati a gomme morbide hanno fatto meglio. Ci siamo concentrati sul ritmo con la gomma da gara e penso che sia andata bene. Abbiamo un buon pacchetto e sono fiducioso con la moto”.

DANI PEDROSA (6º – Repsol Honda): “Il bel tempo ci ha permesso di sfruttare al meglio le due sessioni per lavorare alla messa a punto della moto. Abbiamo provato diverse soluzioni a livello di telaio per migliorare il feeling con la gomma anteriore, completando molti giri con la mescola morbida al mattino e la dura al pomeriggio. Sono contento dei progressi fatti e penso di avere una buon base da cui partire domani. Dobbiamo migliorare ancora un po’ la trazione per avere più velocità in curva . Per quanto riguarda il telaio, ci sono delle differenze, ma ho bisogno di continuare ancora un po’ il lavoro di comparazione perché il nostro obiettivo è migliorare la performance con la gomma posteriore e il circuito di Assen non ha delle f renate molto violente. Domani le qualifiche saranno sicuramente impegnative, è impressionante quanto siamo vicini tra la prima e l’ottava posizione. Domani Cercheremo di fare del nostro meglio, ad Assen è importantissimo partire da una buona posizione perché la prima curva è molto stretta”.

CASEY STONER (7º – Repsol Honda): “Abbiamo provato alcune soluzioni, ma non siamo rimasti contenti. Abbiamo testato un telaio, senza riscontrare un vero miglioramento. Al mattino, infatti, il chattering sul davanti era un po’ diminuito, mentre al pomeriggio non abbiamo trovato benefici, anzi forse la situazione è leggermente peggiorata. Nella FP2 non avevo feeling con il retrotreno e mi sono un po’ preoccupato perché dalle prime due uscite la moto tendeva a sbalzarmi via. Ogni volta che toccavo il gas, partiva il dietro e ho perso il davanti diverse volte, troppe per i miei gusti. Tutti i tentativi che abbiamo fatto per ridurre il chattering rendono la moto molto più complicata da guidare. Adesso ripenseremo al lavoro fatto per ripartire freschi. Non mi preoccupa trovare il giusto ritmo, sono solo un po’ dispiaciuto di come sono andate le prove questo pomeriggio”.

ANDREA DOVIZIOSO (8º – Monster Yamaha Tech 3): “Le caratteristiche di questa pista mettono tutti su tempi più o meno simili, ma se si guardano le gomme, si capisce chi ha un buon ritmo di gara e chi no. Ovviamente avrei voluto essere più in alto in classifica, ma non sono scontento del mio passo di gara. Sono abbastanza veloce e posso migliorare il setting della moto, in particolare sull’anteriore. Non ho la sufficiente stabilità in entrata di curva e non posso essere aggressivo come vorrei, ma rimango a 3 decimi dal ritmo del più veloce”.

VALENTINO ROSSI (9º – Ducati Team): “Oggi non è stata una giornata negativa perché la distanza dalla vetta è di soli 4 decimi. È un buon passo in avanti per noi. Sia io che Nicky siamo stati in grado di essere veloci. I problemi arrivano quando la gomma posteriore inizia a rovinarsi. Scivolo troppo e perdiamo tempo. Dobbiamo lavorare sotto questo punto di vista per la gara. La gomma deve rimanere più stabile, questo è l’obiettivo di domani”.

HECTOR BARBERA (10º – Pramac Racing): “Sono contento per come sono andate queste prove, peccato solo per la scivolata nel secondo turno. Stavo cambiando marcia, ma la terza non è entrata e c’è stato quella piccola esitazione che mi ha fatto scivolare. Non fa niente, l’importante è il risultato, sono nono ma solo a poco più di 4 decimi dai primi, non è male. Il mio team sta lavorando benissimo e sono fiducioso per le prove di domani”.

STEFAN BRADL (11º – LCR Honda): “Questa mattina abbiamo faticato parecchio ed eravamo veramente lontani dalla nostra messa a punto ideale: a fine turno ero molto preoccupato. Non sapevo dove e come migliorare per recuperare il nostro solito ritmo. Ma nella seconda uscita abbiamo visto la progressione ed acquisito maggior confidenza. La moto era più guidabile ma io devo migliorare ancora nel primo settore che al momento è il mio ostacolo più grande. Certo se guardiamo la classifica il mio 11° posto non brilla ma siamo tutti lì: i primi 10 sono in meno di mezzo secondo”.

MICHELE PIRRO (14° – San Carlo Honda Gresini): “Oggi abbiamo avuto una ulteriore conferma del felice momento e dei progressi che facciamo nel corso di ogni uscita. Adesso ci manca veramente poco per dire la nostra. Confido come sempre nel lavoro dei ragazzi affinchè mi aiutino a recuperare alcuni decimi importanti per consentirmi di lottare ad armi pari con Espargarò e De Puniet. Sono sempre più convinto che ci riusciremo molto presto”.

MATTIA PASINI (17º – Speed Master): “Posso dirmi contento di queste prime due sessioni. Questa mattina, siamo entrati in pista con una moto abbastanza diversa rispetto ai settaggi usati dall’inizio del campionato fino a Silverstone. Abbiamo lavorato sulle informazioni raccolte nelle ultime sei gare, ed è stato un buon inizio. La moto così mi piace molto, abbiamo bisogno di migliorarla ancora, ma abbiamo un buon punto di partenza e del margine per lavorare. È stato un turno positivo, anche se non ci siamo concentrati particolarmente sul tempo sul giro. Abbiamo mantenuto una buona costanza e ora continueremo a lavorare per domani e soprattutto per domenica”.

Cordialmente,                                                                                                                                                                                                            Eduard Ballús

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s