GP SILVERSTONE (2º GIORNO): DICHIARAZIONI DEI PILOTI DELLA MOTOGP

Publicado: 17 junio, 2012 en Motomondiale (italiano)
Etiquetas:, , ,

ALVARO BAUTISTA (1° – San Carlo Honda Gresini): “Sono molto felice e contento per me e per il Team. Credo che questa pole position non sia arrivata per caso ma è il frutto di un gran lavoro di tutti i ragazzi che stanno lavorando al 100% anzi forse anche qualcosa in più. Oggi le condizioni erano particolari e difficili ma siamo riusciti a realizzare un buon setting e per tutto il turno ero sempre davanti oltre ad aver fatto il mio giro veloce da solo senza prendere la scia di nessuno. Alla fine è iniziato a piovere e nessuno ha più avuto la possibilità di cercare di migliorare il mio tempo ma anch’io avevo un treno nuovo da poter utilizzare e considerando che nel mio giro veloce ho anche fatto due piccoli errori forse avrei potuto far meglio. Adesso partendo dalla pole ed avendo un buon ritmo gara spero domani di riuscire a fare un buon risultato”.

BEN SPIES (2º – Yamaha Factory Racing): “È stata una sessione difficile, ma era lo stesso per tutti. Abbiamo provato a fare del nostro meglio, sono felice per il team che mi ha dato una grande moto e abbiamo registrato il nostro miglior tempo con la gomma posteriore dura. Quando ho messo quella morbida siamo scesi di un paio di decimi fino a che ho commesso un errore e ho colpito il cordolo. Sono solo felice di essere in prima fila, domani vediamo che succede”.

CASEY STONER (3º – Repsol Honda): “Sinceramente sono un po’ deluso da queste qualifiche. All’inizio del turno faticavo, non avevo grip con la moto in piega e il chattering sembrava peggiorato. Abbiamo cercato di risolvere i problemi che avevamo al mattino, ma siamo finiti con il peggiorare la situazione. Quando finalmente abbiamo trovato la giusta direzione, abbiamo deciso di uscire per il giro veloce e abbiamo montato una nuova gomma posteriore, ma non è andata come volevamo. Sono cadute alcune gocce di pioggia, sufficienti per rovinare il feeling con la moto. Ho aspettato che smettesse di piovere per fare un altro giro, ma non è stato possibile, perdendo così l’opportunità di giocarmi la pole. Per quanto riguard a la gara, spero che domani il meteo sia più costante, così da correre sull’asciutto o sul bagnato, non in condizioni miste. Staremo comunque a vedere, io mi sento a mio ago in entrambi i casi”.

JORGE LORENZO (4º – Yamaha Factroy Racing): “È stata una sessione così così. Speravo di essere in prima fila, ma non è stato possibile perché è iniziato a piovere. Sono rimasto in pista un po’, nel caso in cui smettesse di piovere, ma non è successo. La quarta posizione non è così male e abbiamo alcune opzioni da provare per domani. Sarà una gara complicata perché potrebbe piovere e ci sarà un sacco di vento. Rimaniamo calmi e vediamo cosa succede”.

DANI PEDROSA (5º – Repsol Honda): “Siamo riusciti a migliorare abbastanza il ritmo e la posizione in griglia anche se alla fine la pioggia ci ha impedito di abbassare ulteriormente il tempo sul giro con l’ultimo pneumatico che avevamo a disposizione. Sono soddisfatto perché abbiamo progredito nella messa a punto della moto e credo che domani potremo fare un altro passo in avanti nel warm up. Questo pomeriggio il passo è migliorato, ma le mie sensazioni non sono cambiate molto. Abbiamo completato abbastanza giri con il nuovo pneumatico anteriore, ma le uscite sono state corte così che resta un’ incognita il rendimento di questa gomma nella seconda parte di gara. Continuo a pensare che la nuova gomma anter iore non sia sicura, oggi abbiamo visto molte cadute per la perdita dell’anteriore. Domani sarà importante partire bene, ma anche mantenere un ritmo costante per i 20 giri della gara. Su questo circuito non ho molta esperienza perché lo scorso anno non ho corso e nel 2010 sbagliai la scelta delle gomme, compromettendo la gara, comunque daremo il massimo per lottare per un bel risultato”.

HECTOR BARBERA (6º – Pramac Racing): “Ovviamente sono molto soddisfatto per la prestazione di oggi, ma soprattutto mi rende orgoglioso il passo in avanti fatto nel week-end. Ho capito subito che si poteva fare bene: la squadra ha messo a punto una moto molto competitiva, infatti sono solo a mezzo secondo dalla pole. Oggi le condizioni della pista non erano delle migliori e non era facile essere veloci. Spero che domani si corra sull’asciutto, ma partire da una buona posizione mi fa sperare in un buon risultato”.

NICKY HAYDEN (7º – Ducati Team): “Le qualifiche sono andate bene per buona parte della sessione: ero vicino al “top” e la moto andava bene. Abbiamo montato la prima gomma morbida e ho provato a fare il tempo. Sono stato molto veloce per tutto il giro fino all’ultima chicane dove ho perso l’anteriore senza troppo avvertimento. Non ci sono scuse in realtà, sono entrato forte e mi sentivo a posto quando ho frenato. Cadere fa parte delle corse ma avrei proprio voluto finirlo quel giro. E’ un po’ strano che sia io sia Valentino siamo caduti allo stesso modo ma forse analizzando i dati potremo capire qualche cosa in più. Considerando la caduta il settimo tempo non è male ma non ho dubbi che oggi avevamo il potenziale per fare meglio”.

ANDREA DOVIZIOSO (8º – Monster Yamaha Tech 3): “E’ un vero peccato che la pioggia è arrivata proprio al termine della sessione, perchè sono convinto sarei riuscito a ottenere un miglior piazzamento in griglia. Non sarà facile partire dall’ottava posizione perchè c’è poco spazio di allungo al via e la prima curva è molto stretta: sarà importante stare lontano dai guai ed evitare qualsiasi tipo di contatto. In ogni caso non è stata una sessione positiva, non mi sono trovato a mio agio per gran parte del tempo, sentivo la moto più “rigida” del solido. Il vento poi non ci ha aiutato, era difficile controllare la moto persino in rettilineo. Lasciamoci alle spalle questa giornata e, a questo punto, non ci resta che pensare alla gara. Qui sono sempre andato bene, spero sarà così anche quest’anno, ci tengo molto a ottenere un buon risultato qui e sono convinto sia alla nostra portata”.

STEFAN BRADL (9º – LCR Honda): “Onestamente non sono entusiasta di questa giornata. Il tempo è incomprensibile e la caduta di stamattina è state pesante. Non ero al 100% per le qualifiche a causa della ferita al dito e anche il tempo era stranissimo. Non siamo riusciti a fare un’uscita soddisfacente con le gomme morbide perché alcune calavano qui alcune calavano lì… Alla fine non ho trovato il feeling giusto con la moto e il vento a fine turno era davvero forte. Quindi direi che non è il giorno perfetto per noi però sono ancora fiducioso per la gara di domani: non sono lontano dal gruppo di testa e mi auguro che il tempo sia un po’ più stabile”.

VALENTINO ROSSI (10º – Ducati Team): “Oggi è stata una giornata abbastanza difficile: poco dopo l’inizio delle qualifiche sono caduto nella staccata dell’ultima chicane, un punto piuttosto infido della pista dove si frena forte e dove c’è un piccolo dosso e una compressione: noi lì soffriamo abbastanza perché abbiamo poco “grip” sulla ruota anteriore, quindi domani dovremo stare particolarmente attenti. Inoltre, anche se oggi ho guidato meglio, ancora non interpreto questa pista come si dovrebbe e in alcuni punti non sono efficace come vorrei. In ogni caso il miglior tempo l’ho fatto con una gomma dura. Ne avevo due morbide da usare alla fine ma è iniziato a piovere proprio quando è venuto il momento di montarle. Vedremo domani che condizioni ci saranno e se sarà asciutto proveremo qualcosa nel warm-up per cercare di andare un po’ più forte”.

MICHELE PIRRO (14° – San Carlo Honda Gresini): “Si poteva fare un po’ meglio ma negli ultimi minuti ha iniziato a scendere una leggera pioggia ed onestamente avremmo dovuto rischiare troppo per cercare di migliorare il tempo, quindi abbiamo preferito desistere. In ogni caso sono soddisfatto perchè abbiamo un buon passo gara e sono pertanto convinto di potermela giocare con i migliori. Abbiamo fatto un ulteriore passo avanti e con qualche piccolo ritocco domani potrò fare una gara da protagonista tra le CRT”.

MATTIA PASINI (16° – Speed Master): “Non siamo stati velocissimi per quanto riguarda il tempo sul giro: in questa sessione di qualifiche abbiamo preferito cercare di lavorare sulla costanza e sul ritmo per la gara. Quando abbiamo scelto di montare la gomma morbida, il vento era più forte e questo non ci ha aiutati. Con le gomme dure, in qualsiasi caso, non siamo andati male e posso dirmi soddisfatto. Ora lavoreremo su delle ultime migliorie per la ciclistica e per l’elettronica, per poi mettere tutto assieme per domani. La gara sarà lunga, ma penso che potremo essere abbastanza competitivi”.

Cordialmente,                                                                                                                                                                                                            Eduard Ballús

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s