GP FRANCIA (1º GIORNO): DICHIARAZIONI DEI PILOTI DELLA MOTOGP

Publicado: 19 mayo, 2012 en Motomondiale (italiano)
Etiquetas:, , ,

CASEY STONER (1º – Repsol Honda): “La giornata è andata piuttosto bene per noi. Può sembrare incredibile, ma abbiamo cercato di creare del chattering per poter sfruttare al meglio la sessione sull’asciutto per capire meglio questo problema e fare dei progressi per il resto della stagione. Abbiamo preferito dedicare del tempo per cercare di risolvere questo aspetto, prima di iniziare a lavorare sulla messa a punto. Abbiamo iniziato ad avere del chattering alla fine delle libere del pomeriggio quando abbiamo montato la gomma anteriore dura. Così spero di poter continuare a lavorare su pista asciutta anche domani. Dopo l’annuncio di ieri, questa mattina sulla moto mi sono sentito molto più “leggero”. Nelle ultime due gare, infatti, avevo molti pensieri, ma oggi mi sento meglio, sapendo che mi sono liberato di questo peso. Adesso posso concentrarmi sul resto della stagione e cercare di divertirmi”.

DANI PEDROSA (2º – Repsol Honda): “In generale il feeling è buono. Normalmente in condizioni come queste e con il freddo, la pista qui è sempre abbastanza scivolosa, ma le gomme hanno funzionato bene. C’è un buon grip e abbiamo fatto due buone sessioni di prove. C’è ancora del lavoro da fare, soprattutto in entrata di curva, ma l’ impressione è stata positiva. Secondo le previsioni meteo, la temperatura potrebbe scendere un po’ e potrebbe piovere. Così è stato utile provare sull’asciutto per raccogliere le prime sensazioni su un circuito come questo dove la moto tende a impennare molto. Oggi non ho provato la nuova gomma anteriore Bridgestone, ma vorrei farlo domani, se è asciutto”.

JORGE LORENZO (3º – Yamaha Factory Racing): “Questa mattina abbiamo incontrato più problemi del previsto. Niente sembrava andare per il verso giusto, in particolare in ingresso curva non avevo fiducia, non riuscivo a guidare la moto come al solito. Con diverse modifiche questo pomeriggio abbiamo concretizzato un bel passo avanti, trovando più grip al posteriore, ma soprattutto un buon feeling in sella. Questo mi ha consentito di percorrere diversi giri con una buona costanza di rendimento, penso che come passo-gara siamo a posto. Domani qui dovrebbe piovere, questo cambierà radicalmente la situazione, anche se nell’eventualità di una gara asciutta noi siamo già a buon punto”.

ALVARO BAUTISTA ( 4° – San Carlo Honda Gresini): “Oggi è stata una giornata molto positiva. Questa mattina abbiamo fatto alcune prove di setting per cercare di migliorare i problemi che avevamo riscontarto ad Estoril ed inizailmente non ci siamo riusciti poi intervenendo sulle sospensioni abbiamo trovato soluzioni interessanti. Nel pomeriggio abbiamo continuato a percorrere questa strada perché era la soluzione che cercavamo e della quale avevo bisogno. Mi sono trovato decisamente meglio che ad Estoril e Jerez ed ho finalmente un buon feeling. Naturalmente ci sono ancora piccoli dettagli da sistemare ma per adesso sono contento perché abbiamo fatto un deciso passo avanti. Domani staremo a vedere le condizioni meteo ma siamo fiduciosi in ogni caso”.

ANDREA DOVIZIOSO (6º – Monster Yamaha Tech 3): “Sono molto felice perché le condizioni di asciutto ci hanno permesso di concentrarci sul lavoro di messa a punto e il mio feeling è migliorato molto con la Yamaha. Ero terzo questa mattina, ma ho fatto due sessioni di libere lavorando sul set-up da gara, in particolare a livello di durabilità delle gomme Bridgestone. Il mio miglior tempo sul giro è arrivato al 23º giro con la stessa posteriore: questo è molto positivo e dimostra che il mio ritmo di gara non è affatto male. Dobbiamo affinare il set-up della moto domani, ma non abbiamo grossi problemi, quindi non ci saranno modifiche importanti. Vorrei migliorare il mio feeling con l’anteriore e spero che domani sia asciutto per continuare in questa direzione. Se dovesse piovere niente paura, siamo comunque a buon punto”.

CAL CRUTCHLOW (7º – Monster Yamaha Tech 3): “Abbiamo un paio di problemi, ma niente che non si possa risolvere prima della gara. Non riesco a far girare la moto in curva, come piace a me, e sto perdendo un po’ di tempo in quella zona. Avremo una riunione tecnica stasera per vedere se possiamo migliorare qualcosa a livello di set up. Per essere onesti, Le Mans non è il miglior circuito per me…È abbastanza difficile. Sono stato qui solo una volta prima e sono caduto (in gara), quindi una parte importante del mio lavoro oggi è stata quella di trovare più fiducia su questo layout. Sono molto vicino ad Andrea e Ben, quindi possiamo essere ancora più competitivi con qualche piccolo cambio. Il tempo potrebbe non essere domani clemento, ma io sono pronto a tutto e determinato per fare del mio meglio sia per Tech 3 che per Monster”.

HECTOR BARBERA (8º – Pramac Racing): “Senza dubbio è stata una giornata positiva, che conferma il fatto che questa pista mi piace molto. Anzi, guidare su questo tracciato è anche divertente e questo ad un pilota fa molto piacere. Abbiamo iniziato con il piede giusto e, rispetto alle libere del mattino, siamo migliorati anche nel pomeriggio. La moto mi piace, ho un buon feeling e spero proprio che domani non piova, perché significherebbe ripartire da zero”.

VALENTINO ROSSI (9º – Ducati Team): “Oggi pomeriggio abbiamo provato due soluzioni leggermente diverse sulle nostre moto, cercando di capire quale vada nella direzione giusta per avere più “grip” in uscita di curva perché, per ora, soprattutto quando cala il rendimento della gomma, perdiamo molto rispetto agli altri. Il nostro “gap” infatti è piuttosto alto e, anche se nel gruppetto in cui siamo i distacchi sono ridotti, tra noi e il settimo ci sono più decimi che in Portogallo. Dobbiamo cercare di fare meglio domani, stiamo provando un po’ di cose e stiamo lavorando duramente per riuscirci”.

NICKY HAYDEN (10º – Ducati Team): “Non è stata una giornata molto facile anche se il meteo ci ha graziato: faceva freddo, ma abbiamo avuto due sessioni completamente asciutte. Al momento facciamo fatica in tutte le sezioni della pista perché mi manca aderenza, non riesco a frenare forte e devo allargare sempre troppo la traiettoria. Non mi è successo molte altre volte quest’anno tanto più che, quando provo a spingere davvero forte, il problema si ripropone anche in uscita di curva. Abbiamo provato un paio di cose tra le quali anche la gomma dura, ma senza trovare ancora una soluzione. Questa sera con la squadra cercheremo di pensare ad un piano di lavoro e domani vedremo come andrà”.

STEFAN BRADL (11º – LCR Honda): “E’ stata un po’ dura oggi perché ogni volta che arrivo su una pista è come girare su una pista sconosciuta in sella ad una moto nuova: mi serve almeno un turno di prove per capire le traiettorie, studiare la messa a punto base e trovare il bilanciamento corretto. Questa mattina non è stato proprio facile anche considerando le condizioni dell’asfalto con poco grip e facevo fatica un po’ dappertutto. Poi nel pomeriggio abbiamo rivisto alcune regolazioni e la situazione è migliorata: così siamo più vicini all’ottava posizione. C’è ancora qualcosa da sistemare perchè non siamo al 100%: faccio fatica in entrata di curva e l’anteriore non è sufficientemente stabile”.

MATTIA PASINI (15° – Speed Master): “Il weekend è iniziato decisamente bene. Questa mattina eravamo un po’ lontani con l’elettronica, ma per la sessione pomeridiana siamo riusciti a migliorare e a fare dei passi avanti anche con la ciclistica. Siamo stati subito veloci. Ho provato la gomma dura, dopo pochi giri avevo poco grip davanti e sono arrivato lungo: la moto è caduta nella ghiaia e questo ci ha fatto buttar via metà del turno. Tutto sommato sono contento, perché continuiamo a fare dei passi avanti, ed è questo il nostro obiettivo. Il weekend è ancora lungo, dobbiamo continuare a lavorare così e vedremo come andranno le cose”.

MICHELE PIRRO (16° – San Carlo Honda Gresini): “Questa mattina ho fatto una caduta fortunatamente senza conseguenze fisiche malgrado la “capocciata” che ho preso. Ho qualche indolenzimento alla spalla ma oggi pomeriggio siamo riusciti a lavorare intensamente sul nuovo telaio. Abbiamo raccolto parecchi dati e ci siamo avvicinati alla prima CRT. Chiararamente c’è molto da lavorare ma le prime impressioni sono positive. Domani continueremo a portare avanti lo sviluppo sperando di fare un ulteriore passo avanti”.

DANILO PETRUCCI (18º – Came Iodaracing): “Sono contento per come è andata oggi, era la prima volta che giro su questa pista e mi è piaciuta molto anche se in alcune parti è molto insidiosa. Abbiamo trovato una buona base sulla quale lavorare anche se nel turno del pomeriggio si è rotto il motore della mia TR003, quello che avevamo ancora dalla gara di Doha e del quale stavamo testando la durata, per cui ho perso un po’ di tempo per tornare al box e rientrare con la seconda moto”.

CHRIS VERMEULEN (21º – NGM Mobile Forward Racing): “Prima di tutto voglio ringraziare il team NGM Mobile Forward Racing per questa opportunità, è bello tornare nella classe regina. Non è stato facile tornare in pista dopo otto mesi , tornare a sentire il feeling della moto, delle frenate, ma mi sono divertito oggi! Abbiamo molto da fare per sviluppare la moto, ma credo che ne siano tutti consapevoli. Spero che i miei feedback siano stati utili al team e sono sicuro che domani riusciremo ad essere un po’ più veloci”.

Cordialmente,                                                                                                                                                                                                            Eduard Ballús

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s