GP FRANCIA (ANTEPRIMA): DICHIARAZIONI DEI PILOTI DELLA MOTOGP

Publicado: 18 mayo, 2012 en Motomondiale (italiano)
Etiquetas:, , ,

JORGE LORENZO (Yamaha Factory Racing): “Ci presentiamo a Le Mans in un buon momento. Abbiamo concluso ai primi 2 posti nelle 3 gare sin qui disputate, ovviamente puntiamo a confermarci su questi livelli. A Le Mans lo scorso anno avevamo faticato, soprattutto in accelerazione: penso andrà diversamente questa volta. Il circuito si adatta bene al mio stile di guida, penso sia favorevole alla nostra M1. L’obiettivo è, se possibile, puntare alla vittoria, anche se continueremo a pensare al campionato”.

BEN SPIES (Yamaha Factory Racing): “Non vedo l’ora di tornare in moto questo fine settimana. Sto ricostruendo la fiducia con la mia M1, adesso posso contare su una buona messa a punto che dovrebbe consentire di migliorare le nostre performance a Le Mans. Di sicuro non è la mia pista preferita, ma sono pronto a dare il 100 % nel week-end per ottenere un buon risultato domenica in gara”.

CASEY STONER (Repsol Honda): “Jerez e Estoril non sono mai stati i miei circuiti preferiti, ma sono riuscito a vincere su entrambi, così spero di essere competitivo anche a Le Mans, dove in passato ho avuto risultati alterni. Il layout del tracciato è particolare, un po’ “stop and go” e con molte frenate. Penso che quest’anno sia Honda che Yamaha saranno competitive. Mi è dispiaciuto non poter provare lunedì a Estoril, il maltempo ci ha costretto ad annullare i test. Abbiamo bisogno di lavorare per ridurre il chattering, così speriamo di poter girare su pista asciutta a Le Mans fin dal primo giorno in modo da poterci concentrare su questo aspetto”.

Parole di CASEY STONER (Repsol Honda) annunciando il suo ritiro alla fine di questa stagione: “Dopo averci pensato molto tempo e dopo averne parlato con la mia famiglia e mia moglie, ho deciso che nel 2013 non correrò nel Campionato del Mondo. Chiuderò la mia carriera in MotoGP al termine di questa stagione e ripartirò con nuovi obiettivi nella mia vita. Dopo così tanti anni in questo sport che amo, dove i sacrifici della mia famiglia e miei sono stati immense e dove così tanto mi ci è voluto per arrivare dove sono, ora non mi diverto più come prima, questo sport è cambiato molto. Non ho la passione ed è per questo che ho deciso di ritirarmi ora. Molte cose mi hanno deluso, molte le ho amate, ma sfortunatamente il bilancio è andato nella direzione sbagliata. Quindi semplicemente, non continuerò. Sarebbe bello poter dire di voler rimanere un anno in più, ma dove andrei a parare? Molto meglio chiudere qui”.

DANI PEDROSA (Repsol Honda): “Le Mans è un circuito impegnativo, abbastanza simile all’Estoril, un tracciato “stop and go”, dove occorre preparare bene la moto, trovare una buona stabilità, trazione e accelerazione. In passato mi sono trovato a mio agio su questa pista ed ho ottenuto buoni risultati in 125cc e 250cc, ma non in MotoGP, così voglio fare bene questa volta. L’anno scorso ho fatto il giro veloce in gara, ma verso metà gara – prima dell’incidente – non riuscivo a tenere un buon passo. Quest’anno abbiamo avuto un inizio di campionato positivo, sto guidando bene, ma ci è sempre mancato qualcosa, soprattutto nei primi giri, dove invece sono sempre stato forte. Dobbiamo rimettere un po’ tutte le cose insieme e, se riusciamo a partire bene, sicuramente inizieremo anche a vincere”.

VALENTINO ROSSI (Ducati Team): “E’ stato un peccato aver perso i test post-race in Portogallo perché da un lato avremmo portato avanti il nostro lavoro di sviluppo e, dall’altro, avendo i riferimenti recentissimi della gara, avremmo potuto ottenere dei riscontri interessanti. La cosa non ha comunque influito molto dal punto di vista tecnico per quanto riguarda Le Mans dato che eventuali aggiornamenti sarebbero arrivati più avanti. In Francia prepareremo la gara lavorando sulla moto come abbiamo fatto all’Estoril, partendo dalla base che adesso conosciamo un po’ meglio e cercando di proseguire con la messa a punto un passo alla volta, in modo che si possa arrivare a domenica al meglio del nostro potenziale attuale. Le Mans è un altro posto dove il meteo, soprattutto in questa stagione, può essere difficile ma è anche la pista dove l’anno scorso ho fatto il mio miglior risultato con la Ducati. Vedremo, ci piacerebbe fare un po’ meglio che in Portogallo”.

NICKY HAYDEN (Ducati Team): “Non posso dire che Le Mans sia una delle mie piste preferite in calendario ma ha anche qualche caratteristica che mi piace. E’ vero che non offre un gran “grip” ma d’altro canto ci sono molti punti di frenate forti dove penso la nostra moto possa essere competitiva. Sarà poi interessante guidare su una pista molto diversa da quelle dove siamo stati finora con la GP12. Mi spiace solo che non abbiamo potuto fare i test all’Estoril, sarebbe stato bello provare qualche cosa di nuovo. In ogni caso guardiamo avanti, pensiamo alla gara in Francia, al tempo che troveremo e a cercare di fare un bel risultato”.

ALVARO BAUTISTA (San Carlo Honda Gresini): “Nel fine settimana di Estoril le accettabili condizioni metereologiche ci hanno consentito di lavorare bene riuscendo a fare dei piccoli cambiamenti nel corso delle varie sessioni per trovare il giusto ritmo in previsione gara. All’inizio eravamo in difficoltà con la nuova gomma anteriore Bridgestone perché non avevo un buon feeling poi gradatamente la confidenza è migliorata. In gara il quarto settore era per me il più difficile da affrontare avevo problemi in frenata e nell’inserimento in curva però nel complesso il feeling era buono ed allora ho cercato di amministrare il vantaggio che avevo sull’avversario che mi seguiva in settima posizione. Adesso andiamo su un circuito dove la meteorologia è sempre bizzarra ma ci dovremo adattare. Con i dati raccolti in Portogallo credo che riusciremo a fare un ulteriore passo avanti ed a guadagnare decimi importanti che mi aiuteranno ad avvicinarmi agli avversari che attualmente mi precedono riuscendo così a recuperare posizioni. Spero che tutto ciò accade in questo fine settimana riuscendo ad avere un maggior feeling con la moto. Purtroppo non amo molto il circuito francese. Le Mans ha molti cambi di direzione, brevi allunghi e soprattutto il grip non è ottimale con le temperature dell’asfalto sempre molto basse. Su questo circuito non sono mai riuscito a conquistare il podio nemmeno nella 125 e 250 ma spero di fare una buona gara riuscendo a migliorare il risultato di Estoril”.

MICHELE PIRRO (San Carlo Honda Gresini): “Il ricordo dei primi due punti iridati conquistati ad Estoril è ancora fresco in me. E’ stato decisamente importante ottenere questo risultato e sono convinto che possa rappresentare un forte stimolo per me ma soprattutto per i ragazzi del Team che credono in questo progetto e sono veramente instancabili. Abbiamo raggiunto il primo obiettivo e adesso inizia una nuova fase che si concentrerà sullo sviluppo. Purtroppo il lunedì dopo Estoril avremmo dovuto provare alcune novità ma l’annullamento del test, per le condizioni metereologiche avverse, ci ha in qualche modo penalizzato. Però come è ormai nostra abitudine non ci perdiamo d’animo e proveremo le nuove soluzioni nel corso di questo fine settimana di Le Mans. Il circuito francese non è sicuramente tra i miei favoriti ma poco importa cercheremo di superare questa avversità nei confronti della pista e ci impegneremo al massimo per fare un ulteriore passo avanti avvicinandoci ai migliori della categoria”.

STEFAN BRADL (LCR Honda): “Le Mans è un’altra pista che mi piace e dove lo scorso anno ho ottenuto il terzo posto nella gara della Moto2. Ma come ho già detto per i precedenti GP, ogni tracciato è diverso dal passato perché la MotoGP è un’altra storia. Sono fiducioso che possiamo continuare la nostra progressione: su questa è essenziale trovare la messa a punto più maneggevole per essere scaltri in staccata considerando anche che la gomma davanti si usa di più. Non dovremmo avere le difficoltà di trazione dell’Estoril perché il lay out di Le Mans è diverso e l’asfalto è nettamente migliore. Ho dato un’occhiata alla previsioni e anche stavolta ci bagneremo quindi devo concentrarmi al massimo”.

HECTOR BARBERA (Pramac Racing): “Le Mans è un circuito che mi piace moltissimo e so di poter far bene. La pista ha tante chicane e mi sono sempre divertito a guidare su questo tracciato. Qui ho avuto uno dei miei risultati migliori, lo scorso anno e sono sicuro che se è andata bene nel 2011, quest’anno posso fare ancora meglio. Il nostro obiettivo principale è combattere sempre, per rimanere nella Top-Ten. Sappiamo di poter ottenere ottimi risultati, direi attorno al settimo posto, e stiamo lavorando con determinazione per soddisfare le nostre ambizioni. Le Mans è una di quelle piste in cui di solito piove, ma io spero che in questo week-end saremo fortunati e che ci sarà il sole”.

Cordialmente,                                                                                                                                                                                                            Eduard Ballús

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s