GP PORTOGALLO (ANTEPRIMA): DICHIARAZIONI DEI PILOTI DELLA MOTOGP

Publicado: 4 mayo, 2012 en Motomondiale (italiano)
Etiquetas:, , ,

DANI PEDROSA (Repsol Honda): “Sono contento di come sono andate le prime due gare, i risultati sono stati buoni, anche se non eccellenti, così cercherò di fare meglio a Estoril, dove lo scorso anno conquistai la prima vittoria della stagione a coronamento di un weekend molto buono. Sarà importante trovare una buona messa a punto su questo circuito un po’ insidioso per il suo layout, caratterizzato da curve lunghe e violente staccate. È la prima volta che corriamo qui con la RC213V 1000cc, così cercheremo di lavorare bene sin dal primo turno per delle belle qualifiche e una buona posizione in griglia, fondamentale su questa pista. Continueremo a lavorare come abbiamo fatto in Qatar e a Jerez. Speriamo nel bel tempo e che le tribune siano affollate di fan spagnoli come la scorsa domenica a Jerez, considerato anche che questa sarà l’ultima volta che corriamo a Estoril”.

CASEY STONER (Repsol Honda): “Giusto il tempo per una visita lampo in Svizzera e siamo di nuovo pronti per tornare in pista per il Gran Premio del Portogallo questo fine settimana. Dopo la vittoria a Jerez, non vedo l’ora di correre a Estoril. Speriamo di poter mantenere la forma e il buon passo delle prime due gare. Dovremo comunque risolvere il problema del pompaggio del braccio destro, perché ci condiziona un po’ ed è un peccato non averlo potuto fare prima di Jerez. In passato ho ottenuto dei buoni risultati all’Estoril, su questa pista conquistai la mia prima vittoria in 250cc e così domenica spero di fare un’altra bella gara e di trovare migliori condizioni meteo”.

JORGE LORENZO (Yamaha Factory Racing): “Questa settimana saremo in Portogallo, un Paese al quale mi legano ricordi bellissimi! Ad Estoril ho ottenuto la mia prima vittoria in MotoGP nel 2008 e poi mi sono ripetuto anche nelle due stagioni successive. Questa pista rappresenta il mio talismano e ci torno sempre volentieri! Mi sono allenato duramente per un mese intero e spero che questo mi aiuti ad essere in perfetta forma per questa gara. Siamo in testa alla classifica, è vero, ma è anche vero che siamo solo all’inizio del campionato. Dopo la gara ci fermeremo all’Estoril per una giornata di test e potremo provare un bel po’ di cose per il set-up futuro della mia M1”.

BEN SPIES (Yamaha factory Racing): “È stato un inizio di stagione parecchio duro, e andiamo all’Estoril determinati a rientrare nelle posizioni di testa. Ho sempre avuto abbastanza sfortuna in Portogallo e ci meritiamo un buon risultato. Lavoreremo duro dalla prima sessione e vedremo che riusciremo a fare domenica”.

VALENTINO ROSSI (Ducati Team): “L’Estoril è una pista che mi piace molto. Ha dei punti un po’ insidiosi e il tempo può essere molto incerto ma a me piace correrci. L’anno scorso con la Ducati abbiamo fatto una gara discreta, speriamo di fare lo stesso domenica prossima. L’obiettivo è partire sin da venerdì con il “setting” che abbiamo usato in gara a Jerez, perché credo abbia anche un po’ di margine ulteriore su cui poter lavorare, e quindi cercare di fare un passo in avanti e migliorare un po’ la nostra classifica”.

NICKY HAYDEN (Ducati Team): “Sono contento di tornare in azione subito dopo il GP di Jerez, mi piacciono le gare “back-to-back”. Sono arrivato in Portogallo con il mio motor-home ed è stato un viaggio breve e facile. Per quanto riguarda la pista stessa non la odio e non la amo: è un tracciato che ha un po’ di tutto e il vento può essere una variabile importante. Mi piace la curva più veloce nella parte posteriore ma per il resto il layout è abbastanza normale. In ogni caso non vedo l’ora che arrivi venerdì quando, tra l’altro, vedremo cosa ci riserva il meteo, che spesso qui è variabile. La sola cosa che non ci serve è quello che è successo a Jerez, prove per lo più bagnate e gara asciutta. E’ chiaro che abbiamo bisogno di un week-end da sfruttare pienamente per poter provare a far bene domenica”.

HECTOR BARBERA (Pramac Racing): “Sono ansioso di scendere in pista,domani! Questo Gran Premio mi ha sempre regalato moltissime emozioni, nel bene e nel male. A Jerez, a causa delle condizioni dell’asfalto mai uniformi, non sono riuscito a trovare la giusta confidenza con la mia Ducati, ma mi sono divertito molto a combattere con Rossi, durante la gara. Voglio inoltre sottolineare che il mio team ha lavorato benissimo, lo scorso fine settimana e la moto era ben equilibrata, per affrontare i 27 giri previsti del GP Spagnolo…se solo non ci fossero state quelle macchie d’umido sul tracciato!”.

ALVARO BAUTISTA (San Carlo Honda Gresini): “Il fine settimana di Jerez è stato alquanto complicato per colpa delle condizioni metereologiche e della mia caduta del sabato poi, fortunatamente, in gara siamo riusciti a trovare una confidenza che ci ha permesso di ottenere un risultato positivo che potrà esserci utile per il prossimo Gran Premio del Portogallo. In questo fine settimana ci impegneremo ulteriormente per accrescere la fiducia con la moto su una pista che fondamentalmente non mi piace ma che mi ha regalato 3 vittorie, 1 in 125 e 2 in 250. E’ un tracciato con forti staccate e che non ha un grande “grip” ma sul quale ho sempre avuto molta fortuna e quindi spero anche in questa occasione di riuscire ad ottenere un buon risultato. Sarà importante avere un fine settimana intero senza problemi per poter acquisire quella fiducia necessaria per poter spingere sulla moto come mi piacerebbe fare”.

MICHELE PIRRO (San Carlo Honda Gresini): “Desideravo fortemente regalare alla mia squadra, a Jerez, i primi punticini iridati ma non ci sono riuscito. Loro si meritano questo ed altro per il grande lavoro che stanno facendo instancabilmente. Purtroppo il sogno si è infranto a pochi giri dal termine per un banale inconveniente elettronico. Un vero peccato! Ad Estoril continueremo il nostro cammino non certo facile ma nel quale crediamo molto e speriamo di avere quella fortuna che al momento ci è mancata. Il tracciato sul quale lo scorso anno, in Moto2, ero scattato per la gara dalla seconda fila mi piace abbastanza e spero che si adatti alle caratteristiche della nostra moto. Naturalmente non dobbiamo farci troppe illusioni ma cercare di progredire gara per gara La strada da percorrere è ancora lunga ma il morale è alto e la voglia di dimostrare il vero valore in pista è sempre forte”.

Cordialmente,                                                                                                                                                                                                            Eduard Ballús

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s